Il Gruppo PD e la Giunta regionale hanno dato una borsa di studio al 100% degli studenti universitari meritevoli

Le tasse degli atenei italiani sono tra le più care d’Europa. Il Friuli Venezia Giulia aiuta i ragazzi delle famiglie a basso reddito che vanno all’università

Le tasse universitarie italiane sono le terze più care dell’Unione europea e i contributi a chi è privo di mezzi sono insufficienti. In Italia accedono alla formazione superiore sempre più figli di famiglie benestanti (report Commissione UE):

  • la spesa media è di 1.316 euro
  • l’importo è aumentato del 4,3% in un anno
  • solo 9 studenti su 100 ricevono una borsa di studi*
  • le tasse sono cresciute del 61% in 10 anni (ricerca UDU)**

Per il Gruppo consiliare PD e la Giunta di centrosinistra del Friuli Venezia Giulia gli studi universitari non possono essere privilegio di pochi. Per questo le politiche regionali aiutano con una borsa di studio le famiglie a basso reddito.

Negli ultimi due anni, l’Agenzia Regionale per il diritto agli studi superiori (ARDISS) ha dato la possibilità di frequentare l’università a tutti i ragazzi che hanno fatto richiesta di sussidio.

Anno Trieste Udine
2014/2015 2.123 beneficiari 2.206 beneficiari
2015/2016 1.986 beneficiari 1.871 beneficiari

L'articolo continua sotto. Qui, intanto, puoi lasciare i tuoi dati per ricevere aggiornamenti sui servizi disponibili per te:

Ecco come il governo di centrosinistra garantisce concretamente il diritto allo studio

I benefici regionali coprono tutte le esigenze degli studenti impegnati nei percorsi universitari:

  • borsa di studio
  • alloggio nelle residenze universitarie
  • contributi per i contratti di locazione
  • tariffe mensa ridotte
  • agevolazioni per il trasporto
  • aiuto per la formazione all’estero

I contributi sono previsti per gli studenti iscritti a:

Chi ha diritto alla borsa di studio della Regione

La borsa di studio consiste in un contributo in denaro. Lo studente che riceve il beneficio è esonerato dalle tasse universitarie per l’anno accademico in corso. Possono richiedere il contributo gli studenti meritevoli:

  • iscritti ai corsi entro i termini regolamentari
  • con un ISEE familiare entro i 23.000 euro
  • con un patrimonio familiare massimo di 50.000 euro (Bando ARDISS)

L’ammontare della borsa di studio varia in base al reddito ISEE della famiglia e alle condizioni dello studente che segue i corsi:

  • in sede
  • da pendolare
  • fuori sede

I ragazzi iscritti al secondo anno accademico o ai successivi, ricevono parte del contributo economico sotto forma di servizio mensa gratuito.

Università degli Studi di Trieste e di Udine

La borsa di studio può essere chiesta dagli studenti iscritti a corsi per:

  • laurea triennale
  • laurea magistrale
  • laurea magistrale a ciclo unico
  • specializzazione (tranne che per l’area medica)
  • dottorato (tranne che per le borse di studio ministeriali)

I requisiti di merito sono calcolati in base ai crediti formativi universitari (CFU) dal secondo anno di immatricolazione. Gli studenti del primo anno di università accedono al contributo grazie ai requisiti di reddito e patrimoniali.

Studenti dei Conservatori di Trieste e di Udine

La borsa di studio è concessa agli studenti dei Conservatori del Friuli Venezia Giulia iscritti ai:

  • corsi del Triennio superiore di I livello
  • corsi del Biennio specialistico di II livello

I requisiti di merito, di reddito e patrimoniali sono gli stessi degli studenti universitari.

Studenti degli Istituti Tecnici Superiori di Trieste, Udine e Pordenone

Gli iscritti ai corsi degli ITS della Regione Friuli Venezia Giulia possono chiedere la borsa di studio per tutta la durata degli studi prevista dagli ordinamenti didattici. Oltre la durata legale dei corsi non si ha diritto ad alcun aiuto economico.
I requisiti> di merito, di reddito e patrimoniali sono gli stessi degli studenti universitari.

Allievi Accademia di Belle Arti di Udine

Anche gli studenti dell’Accademia di Belle Arti possono ottenere la borsa di studio, se iscritti al diploma accademico di primo livello in design grafico per l'impresa. I requisiti di merito, di reddito e patrimoniali sono gli stessi degli studenti universitari. 

Chi non può ottenere la borsa di studio

Non possono ottenere la borsa di studio gli studenti che hanno già un titolo di studio, italiano o estero, di livello pari o superiore a quello per il quale richiedono il contributo. Non possono accedere ai benefici gli studenti iscritti a:

  • corsi singoli
  • corsi di specializzazione per le attività di sostegno
  • corsi di abilitazione all'insegnamento
  • corsi di perfezionamento

La Regione concede un contributo anche per lo studio e il tirocinio all’estero

Il 59,8% di chi fa ricerca in Italia ha trascorso periodi di studio all’estero (ISTAT).

Il confronto con studenti di altri Paesi e le esperienze in atenei diversi da quelli di provenienza influiscono positivamente sulla carriera degli universitari***.

Il costo dei percorsi di formazione internazionale rischia però di escludere gli studenti con ridotte possibilità economiche. Per dare maggiori opportunità di crescita a chi proviene da famiglie con un reddito basso, la Regione Friuli Venezia Giulia ha previsto un contributo in denaro per i periodi di formazione all’estero. Il beneficio può essere richiesto dagli studenti già titolari di borsa di studio.

L’importo è 160 euro al mese per 10 mesi, e può essere cumulato con i bonus stanziati da Atenei, Unione Europea e Ministero per i singoli programmi di mobilità internazionale.

Servizi culturali, per l’aggregazione, turistici e sportivi

La Regione Friuli Venezia Giulia concepisce il diritto allo studio come un insieme di opportunità alla portata di tutti gli universitari. Oltre alle borse di studio, il Governo regionale di centrosinistra sostiene economicamente le iniziative culturali, aggregative, turistiche e sportive che interessano gli studenti. Gli interventi sono:

  • l’accesso a prezzi agevolati alle iniziative culturali
  • l’oganizzazione di attività sportive universitarie o federali
  • la promozione del turismo in Italia e all’estero

La Regione finanzia i progetti concedendo contributi a chi li realizza con procedure eque e trasparenti. Anche le iniziative di associazioni e gruppi studenteschi possono essere sostenute da fondi pubblici.

Per avere altre informazioni sui servizi regionali agli studenti universitari, cliccare qui

RIFERIMENTI

*(report Commissione UE)
**(ricerca UDU)
***(ISTAT)

Potrebbero interessarti anche questi servizi: